Contact

Contatti

 

 

Col tempo

Dolce filastrocca stella della sera

pizzico le corde arriva primavera

dolce ninna nanna stella del mattino

in mente quel concerto in do per mandolino

dita sui legacci arco ben balzato

come in una giga ricordo il mio passato

come in un arpeggio rincorro i miei pensieri

ho riaperto gli occhi ma tu più ormai non c’eri

Gabriele Possenti

 

Filastrocca dedicata al tempo spensierato della giovinezza, al profumo del tiglio in fiore al suono d’argento degli antichi organi nascosti nelle loro misteriose cantorie. Dedicata ai miei Appennini alle tante cime che si intrecciano all’orizzonte alle secolari faggete alle gole selvagge solcate da acque impetuose. Dedicata ai chiostri alle cripte e alle abbazie da dove sgorga l’antico canto che mi ha sempre rapito il cuore. Dedicata ai palazzi ai castelli e alle antiche rocche che mi hanno sempre fatto sognare, alle città d’arte ai musei e alle gallerie che custodiscono gelosamente il nostro passato, ai suoni ai numeri e ai colori che mi hanno sempre dipinto la vita.


Giorgione 1478 ca – 1510 La Vecchia. (particolare)